Brand automotive: molto Facebook, poco Twitter, ma i forum ancora importanti

Martedì scorso in occasione dell’evento Internet Motors rivolto a OEM e Dealer ho presentato un rapporto sulla presenza dei brand automotive in rete, basato sull’analisi di oltre 9 milioni di conversazioni e interazioni avvenute online dei primi tre mesi del 2013.
I luoghi deputati per le discussioni in tema rimangono i forum, ai quali si sta affiancando Facebook (tipicamente entrambi pesano per il 40% ciascuno sul totale dei messaggi rilevati). La tipologia del medium influisce sugli argomenti trattati: più spontanei e approfonditi nel primo caso, meno nel secondo, dove sono i contenuti postati dagli amministratori della pagina che dettano la linea.

Sul social network più grande del mondo sono presenti 47 dei 50 brand analizzati. L’uso è soprattutto promozionale e non di customer care. La maggior parte dei marchi ha una pagina per ogni paese, altri come Fiat, Lancia e Nissan hanno deciso di accorpare le pagine utilizzando le Global Page. I brand di lusso invece preferiscono utilizzare una pagina unica e internazionale in lingua inglese.
Grazie ai recenti update del tool di Social Analytics di Blogmeter siamo stati in grado di isolare i fan italiani anche sulle pagine global e internazionali, scoprendo che il brand con più fan nel nostro paese è Ferrari, quasi 800.000, seguito da Audi Italia (540 mila) e Citroën Italia (420 mila). Sorprende non vedere in vetta Fiat e Alfa Romeo.
Incrociando l’ampiezza della community con l’engagement totale (dato da like, commenti, condivisioni e post spontanei in bacheca) è possibile riassumere sui quattro quadranti della mappa in basso le performance e i vari stadi evolutivi dei marchi automotive.

FacebookEngagementMap590

Twitter è ancora un territorio poco utilizzato, solo la metà dei brand ha una presenza ufficiale, ma generalmente emerge una certa difficoltà di comprensione dell’ambiente e di quali leve usare per coinvolgere gli utenti. Svetta Fiat, che essendo first mover su Twitter è riuscita ad accumulare oltre 25 mila follower e ad ottenere 2.341 mention (il profilo si rivolge anche ad utenti di lingua inglese). Le crescite maggiori del trimestre analizzato sono di Ford Italia e Seat Italia a testimonianza di un interesse in aumento.
La situazione green field è immediatamente chiara guardando la mappa che incrocia le mention con il numero di follower.

TwitterEM590

3 Comments

  • aprile 14, 2013

    fra

    E dov’è l’Alfa Romeo???

    • aprile 14, 2013

      vincos

      Non è stata considerata nella mappa di engagement perchè rivolgendosi anche al mercato estero (scrive in doppia lingua) ha un engagement sulla pagina facebook che avrebbe sbilanciato la mappa

  • […] italiani su Facebook: quelli con più like e quelli con più “persone che ne parlano” Brand automotive: molto Facebook, poco Twitter, ma i forum ancora importanti Le performance dei giornali italiani su Facebook e […]