Facebook ridisegna le Pagine in favore delle attività locali

Facebook ha annunciato una modifica alla struttura delle pagine per andare incontro alle esigenze delle aziende medio-piccole, che hanno attività commerciali sul territorio. Complessivamente Facebook ospita oltre 80 milioni di pagine aziendali, visitate ogni settimana da circa due terzi degli utenti. 

Ecco cosa cambierà:

  • Informazioni: più rilevanza viene data alle informazioni utili (orario di apertura, prezzi, menu) e per alcune tipologie di aziende (ristoranti e servizi) viene dato risalto agli Eventi e alle Offerte;
  • Azioni: i pulsanti di call to action sono stati ridisegnati per essere più visibili per i visitatori. Per scegliere la tipologia più adatta alla propria azienda (ordina, chiama, scrivi, ecc…) bisogna individuare il modello personalizzato giusto tra le impostazioni;
  • Raccomandazioni: gli utenti potranno scrivere una recensione (con testo, foto, tag) direttamente dalla pagina aziendale. I gestori dovranno farci i conti perché saranno più visibili;  
  • Storie: le storie prodotte potranno essere viste cliccando sulla foto profilo della pagina. Per Facebook rappresentano un nuovo mezzo per ingaggiare i clienti;
  • Eventi: la funzione eventi è stata rivista per permettere una più facile gestione della vendita di biglietti attraverso la piattaforma. Ogni mese sono 700 milioni le persone che consultano gli eventi su Facebook; 
  • Lavori: estesa a tutti i paesi la funzione per pubblicare offerte di lavoro sulla propria pagina.

Si tratta di miglioramenti che, insieme al lancio dell’applicazione Facebook Local, aiutano chi deve gestire un negozio e che cercano di contrastare quelli messi a disposizione da Google, da molto tempo ormai, per le attività commerciali locali.

Sicuramente Facebook è un ambiente molto più ricco per promuovere il proprio business, ma Google è ancora il motore principale di visibilità, anche locale. Di conseguenza al momento non si può che considerare entrambi nella propria strategia di marketing locale.

Be first to comment