Pinterest in Italia: i dati e un’intervista su RAI Radio Uno

pinterest italia radio uno intervistaLunedì scorso sono stato ospite di “START” su RAI Radio Uno per parlare di Pinterest, il social media più chiacchierato del momento.

La sua peculiarità è quella di trasferire online, in maniera semplice e d’impatto, la vecchia pratica, soprattutto femminile, di ritagliare articoli e foto dai giornali per poi conservarli in album tematici. E infatti sono proprio le donne ad utilizzarlo maggiormente (alcuni studi parlano di un 70% di iscritte).
E così soprattutto le grandi aziende di moda, bellezza, cucina, arredamento, editoriali non hanno tardato a sperimentarlo anche nel nostro paese. Anche il piccolo artigiano che ha un negozio online può utilizzarlo come “vetrina infinita” per stimolare l’acquisto, Pinterest, infatti, offre la possibilità di associare un prezzo ad un prodotto.

Ma prima di riversare energie preziose nell’ennesimo social media è necessario valutarne la forza attuale.
Se complessivamente si parla di 12 milioni di registrati, in Italia i volumi di traffico sono bassi, anche se in crescita negli ultimi mesi. Audiweb/Nielsen ha rilevato a dicembre 2011 53.000 utenti unici da desktop, a gennaio 101.000 e a febbraio 287.000, mentre Google AdPlanner ne stima a marzo 570.000. Per darvi un’idea tre volte inferiore a Tumblr.

4 Comments

  • aprile 13, 2012

    Domenico Armatore

    Ciao Vincenzo, ho sentito la tua intervista, davvero interessante. Credo anch’io che Pinterest possa essere un ottimo strumento per le PMI italiane. Se ti va, dai un’occhiata al mio blog http://www.pinterestitaly.com il primo in Italia interamente dedicato a Pinterest. Mi piacerebbe ricevere un tuo parere. Grazie, Domenico.

  • […] a 17.8 milioni di visitatori unici mensili a febbraio. In Italia, secondo quanto riporta il blog di Vincenzo Cosenza, esperto di social network, Pinterest ha un numero di visitatori unici mensili che si aggira […]

  • aprile 23, 2012

    Prix société hong kong

    Good post, thanks for sharing this information.

     

  • […] del pubblico. Anche se al momento il servizio attraversa una fase interlocutoria, il numero di utenti registrati resta comunque altissimo e degno di […]