LinkedIn cambia design e punta su news feed, search e chat

LinkedIn è un servizio con una peculiarità interessante: ha un modello di business che produce utili, ma, al tempo stesso, ha dei membri che lo utilizzano solo occasionalmente e per poco tempo. Il nuovo importante redesign, che arriverà nei prossimi giorni, proverà a risolvere questo problema, attingendo a piene mani alla lezione di Facebook. Ecco cosa cambierà:

linkedin redesign

Navigazione più chiara: l’interfaccia sarà più pulita e presenterà sette menu (Home, Messaging, Jobs, Notifications, Me, My Network, Search) e un tasto “More” per accedere ad altri servizi come LinkedIn Learning;

Instant Messaging: la chat potrà essere usata da un pop-up ossia senza lasciare la pagina principale (come su Facebook). Inoltre includerà una sorta di BOT che mostrerà dei suggerimenti per iniziare una conversazione con una persona che non si conosce. Per esempio se vedrete una posizione aperta che potrebbe interessarvi, il BOT vi suggerirà quale persona della vostra rete lavora in quell’azienda;

News Feed: le notizie dalla rete sociale di ciascuno saranno scelte sia da un algoritmo che da umani, in modo da provare a risultare più interessante per il singolo utente. Tra i contenuti organici vedremo più suggerimenti delle persone da seguire, i post degli “influencer” e materiale prodotto dal team editoriale di LinkedIn. Le notizie saranno arricchite da link supplementari a storie correlate;

Search: migliorato il motore di ricerca per persone, lavori, aziende, gruppi e scuole. Sono state aggiunte nuove opzioni di filtro (spostate nella colonna destra) e presto arriverà la possibilità di cercare all’interno dei post (poi bisognerà vedere se funzionerà davvero);

Insights: si potrà vedere il nome di chi ha letto e interagito con i nostri contenuti, ma anche l’azienda, la funzione e la località delle persone interessate a quello che scriviamo;

Suggerimenti: migliorato il motore di suggerimenti che stimolerà i membri a rendere il profilo (CV) più professionale, ad esempio, consigliando le skill da inserire nel profilo, tra quelle più ricercate dai recruiter.

Mi sembrano novità promettenti, ma quella più critica è il miglioramento del news feed e del motore di ricerca. Voi cosa ne pensate?

4 Comments

  • Rispondi gennaio 20, 2017

    Andrea Torti

    Siamo ancora in fase di “assestamento”.

    Dal punto di vista grafico le linee più morbide e l’aspetto più “pulito” sono decisamente gradevoli, ma alcune funzioni sembrano ancora un po’ per aria… staremo a vedere.

    • Rispondi gennaio 22, 2017

      Marco Gentilini

      Molto simile alla APP, spero che abbiano realmente migliorato la “Search” perchè era proprio triste.
      La mia più grande preoccupazione va alla Newsfeed: se fanno come Facebook, limitando cioè la visibilità dei contenuti per spingerti a pagare l’Ads perderebbe molto.

  • […] restyling di Linkedin è funzionale a mettere in evidenza una serie di funzioni come i feed, le news, la search, la […]

  • […] LinkedIn è un servizio con una peculiarità interessante: ha un modello di business che produce utili, ma, al tempo stesso, ha dei membri che lo utilizzano solo  […]

Leave a Reply