Verso il mobile l’impero dirige il suo corso

A distanza di un mese, dopo aver comprato Instagram per 1 miliardo di dollari, Facebook ha annunciato l’acquisizione di Glancee. Si tratta di un’app co-fondata da due italiani, che permette di individuare le persone che stanno nei dintorni e di contattarle (ne avevo parlato un mese fa in termini di social network temporanei di prossimità).

We do not currently directly generate any meaningful revenue from the use of Facebook mobile products, and our ability to do so successfully is unproven. Accordingly, if users continue to increasingly access Facebook mobile products as a substitute for access through personal computers, and if we are unable to successfully implement monetization strategies for our mobile users, our revenue and financial results may be negatively affected. [documento S-1]

Entrambe le acquisizioni rispondono all’urgenza che ha Zuckerberg di comprendere e introiettare le dinamiche del mondo mobile. A differenza di Facebook, Instagram e Glancee sono state progettate per essere fruite da uno smartphone, per rispondere a bisogni di uso in mobilità (mobile by design).
Bisogni completamente diversi da quelli di chi sta davanti ad un desktop/laptop. L’utente medio quando si muove non ha bisogno di accedere e aspettare il caricamento di tutto il mondo Facebook. Vuole solo alcune sue utilità, in tempi brevissimi e accessibili con poco sforzo.
Se ci fate caso Facebook ha già iniziato a frammentare l’esperienza su dispositivo mobile: oltre all’applicazione completa, ne ha alcune stand-alone: il messenger (stessa cosa fa Google+) e le foto.

browsing vs uso app

Inoltre, per la prima volta, gli utenti di smartphone statunitensi iniziano a trascorre più tempo ad usare le app che non a navigare sul web. Ciò in un contesto nuovo ed in forte espansione. Ci sono 500 milioni di dispositivi Android e iOS nel mondo. China e Indonesia hanno appena iniziato a sostenere questo mercato, senza parlare delle opportunità nei mercati emergenti. Gli utenti 3G sono aumentati del 35% anno su anno.

Sono pronto a scommettere che nei prossimi giorni vedremo attività di shopping similari da parte dei competitor, perché nessuno può rischiare di essere tagliato dai quattro pollici del nostro smartphone. Mobile or Die.

2 Comments