La nuova Tweet Activity Dashboard

Twitter sta rilasciando una nuova “Tweet Activity Dashboard”, che è la sezione principale del suo strumento di analisi “Twitter Analytics”.
Al momento dicono essere disponibile solo per gli investitori pubblicitari, coloro che usano le Twitter Cards e gli utenti certificati.
La novità principale è che permette di tenere sotto controllo non solo i tweet sponsorizzati, ma anche quelli organici.
Nel dettaglio consente di:

– controllare le performance dell’account nell’ultimo mese. In alto viene mostrato un istogramma con l’andamento delle visualizzazioni (impressions) negli ultimi 28 giorni e il delta rispetto al precedente periodo.
Sulla colonna di destra altri grafici mostrano il dettaglio delle interazioni (engagement rate o grado di interazioni, click dei link, retweet, preferiti, risposte);

– vedere la lista dei tweet con indicazione del numero di visualizzazioni (le volte che un tweet è stato visto dall’interfaccia web, dalle app e anche da utenti non loggati), interazioni o engagement (qualunque click ricevuto dal tweet) e grado di interazione (come rapporto tra interazioni e visualizzazioni);

– accedere ad un pannello molto dettagliato di metriche cliccando sul singolo tweet (retweets, replies, favorites, follows, click sui link e click provenienti da tweet incorporati);

– esportare i risultati delle performance dei tweet organici e non.

tweet analytics

Qualche considerazione:

– questi dati sono la prova che i tweet pubblicati vengono visualizzati meno di quanto ci si aspetterebbe. I numeri si abbasserebbero ulteriormente se venisse reso disponibile il valore della reach, che Facebook offre (per un ripasso della differenza tra reach e impression);

– ci sono tweet che vengono visti molto, ma che non stimolano l’interazione e tweet poco visti, ma molto cliccati. Lo studio di queste casistiche è utile a costruire una content strategy coerente con gli obiettivi di business;

– non viene fornito alcuna informazione di confronto, per cui, a mio avviso, strumenti di analisi di terze parti, restano fondamentali per capire meglio il proprio posizionamento rispetto ai competitor.

2 Comments