La mappa dei social network nel mondo (giugno 2011)

Come ogni semestre è tempo di dare un’occhiata alla situazione dei social network nel mondo.
Mi sono divertito a creare un poster con i vari cambiamenti nel tempo e una versione animata che rende ancora più evidente la scomparsa dei social network locali.

Animated World Map of Social Networks

Facebook, che ormai veleggia verso i 700 milioni di iscritti, continua a fare proseliti in Africa (ho aggiunto i dati di Etiopia e Tanzania) Iran e Siria, quando non viene censurato dai governi.

World Map of Social Networks June 2011

Per inserire l’infografica nel vostro sito basta copiare e incollare il codice HTML sottostante:

L’Europa è ora il continente con più iscritti a Facebook: 205 milioni. Solo i Paesi Bassi rimangono ancora legati al social network locale Hyves, anche se stando ai soli numeri di Alexa Facebook l’avrebbe già superato in termini di traffico.

La stessa situazione di discrasia tra i numeri di Alexa e quelli di Google Trends for Website emerge anche rispetto alla situazione brasiliana. Qui sembrerebbe che Orkut, di proprietà di Google, stia per capitolare.

Segnali di cambiamento si avvertono dai territori della ex Unione Sovietica, dove il più forte player locale V Kontakte sta subendo gli attacchi di Odnoklassniki. Probabilmente sulla nuova situazione ha inciso la decisione di V Kontakte di accettare nuove iscrizioni solo su invito dei già iscritti. Il Kazakistan è già caduto, vedremo se la “Grande Madre Russia” riuscirà a resistere.

Top 3 Social Networking Sites (Giugno 2011)

Premettendo che l’abisso tra Facebook e i suoi competitor è enorme, val la pena di segnalare che Twitter, nei paesi occidentali, punta al secondo posto e LinkedIn al terzo. Nella tabella in basso ho evidenziato in giallo i cambiamenti rispetto alla rilevazione di dicembre 2010.

Social Networks around the world top 3

World Map of Social Networks Poster /// LIKE – SHARE – BUY IT

Per inserire l’infografica nel vostro sito basta copiare e incollare il codice HTML sottostante:

[english version – la pagina dedicata con le precedenti analisi]

45 Comments