Social Media Index

Gli utenti della rete, non si accontentano più di scrivere sul loro blog personale, ma utilizzano tantissimi nuovi strumenti di produzione dei contenuti, frammentando la loro presenza online e la loro influenza su gruppi di persone più o meno estesi. I link incrociati, finora unico strumento di misurazione dell’influenza in rete, stanno perdendo significato ?

Partendo da questa constatazione David Brain, Presidente e CEO di Edelman Europa, ha proposto una metodologia per misurare la propensione sociale degli utenti della rete ed il loro grado d’influenza cross-mediale. Il Social Media Index individua 6 categorie di misurazione per ogni persona, attribuendo un voto pesato per riflettere il grado d’influenza di quel media, in quella determinata nazione.

Social Media Parametri Peso
Blogs analisi del Google Rank, link in entrata, sottoscrittori rss, posizione alexa, focus sui contenuti, frequenza di aggiornamento,  numero di commenti 30%
Multi-Format numero di amici in Facebook 20%
Mini-Updates numero di amici, follower e aggiornamenti 25%
Business Cards numero di contatti in LinkedIn 7%
Visual numero di foto inserite dalla persona analizzata o che lo riguardano 3%
Favourites analisi della presenza in Digg e delle persone che hanno valutato positivamente il nostro del.icio.us 15%

Da questo primo esperimento vien fuori – surprise, surprise 🙂 – che i blogger più seguiti e influenti sono anche quelli che utilizzano di più e meglio gli altri media: è molto probabile che chi segua il blog di Scoble, sia predisposto a seguirlo in ogni sua manifestazione online.

Mi piacerebbe capire cosa ne pensate, in particolare sarebbe utile sentire la voce di coloro che seguono le classifiche italiane BlogBabel, BlogItalia, Wikio.

Technorati tags: , , , , ,

Comments are closed.