Come funziona l’algoritmo di TikTok

TikTok per la prima volta ha iniziato a far luce sul funzionamento dell’app che sta conquistando l’occidente (800 milioni di utenti nel mondo e circa 4 milioni in Italia). Finora in rete si trovavano solo supposizioni, oggi abbiamo qualche informazione ufficiale.

All’apertura dell’app vedremo un flusso di video che scorreranno in sequenza di fronte ai nostri occhi. Siamo nella sezione “ForYou” o “PerTe”, separata dal feed “Following” o “Seguiti” che mostra solo i contenuti degli account prescelti. “Per Te” è il luogo più importante per ByteDance perché è il motore dell’attrazione e della permanenza. Ecco perché è stata posta un’attenzione particolare nella creazione del sistema di raccomandazione che sceglie i creator e i contenuti da mostrare a ciascun utente.
Dopo aver esplorato il funzionamento di Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, vediamo come funziona l’algoritmo di TikTok.

tiktok sezione per te

Come vengono scelti i video consigliati nella sezione “Per Te”?

Il sistema di raccomandazioni di TikTok si basa su diversi fattori che includono:

  • Interazioni sui post: le attività dell’utente come i like, le condivisioni, i commenti su video altrui
  • Attività dell’utente: gli account che segue e i contenuti creati
  • Tempo di visualizzazione: un forte indicatore d’interesse è la visione per intero di un video
  • Informazioni sui video: i dettagli come la descrizione, i suoni usati e gli hashtag associati ad ogni video segnalano al sistema gli interessi di chi produce e vede quei contenuti
  • Impostazioni del dispositivo usato e dell’account: la lingua, la nazione e il tipo di device non hanno un grosso peso nell’algoritmo, ma sono utili per ottimizzare il sistema in termini di performance. Allo stesso tempo si dichiara che se un utente è in Italia, vedrà maggiormente video caricati da TikToker italiani.

Per ogni video pubblicato, il sistema effettua una selezione specifica per ogni utente in base ai fattori descritti e ad un peso che attribuisce ad ognuno, ovviamente segreto.
Chi non è iscritto, all’apertura dell’app, vedrà video consigliati solo sulla base di fattori deboli come il paese (indirizzo IP) e tipo di device.

Un algoritmo attento alla serendipity

Ci sono due elementi interessanti che differenziano l’algoritmo di TikTok da quello degli altri social media:

  • minore considerazione del numero di follower: generalmente il successo di un contenuto dipende dalla notorietà dell’account, qui è non è così. Nello specifico viene espressamente detto che il numero di follower e l’eventuale precedente successo di un video non sono considerati fattori diretti dal sistema di raccomandazioni
  • attenzione alla varietà: l’algoritmo è stato progettato per introdurre occasionalmente nel “Per Te” video che non corrispondono ai segnali d’interesse dell’utente o che non hanno tanti like. E’ un’apertura lodevole alla serendipità che sfida i gusti consolidati e porta alla scoperta di nuove persone e categorie.

Come pilotare l’algoritmo di TikTok

Seguendo alcuni accorgimenti è possibile aiutare l’algoritmo a mostrarci solo contenuti in linea con i nostri interessi.

  • Interagisci solo con i video che ti piacciono. Evita di lasciare un commento negativo su quelli che non ti piacciono perché potrebbe essere comunque considerato un segnale d’interesse dal sistema
  • Aggiungi ai preferiti i video interessanti e usa la funzione “non interessato” per gli altri (premi a lungo su un video per far apparire il menu).
  • Usa la funzione nascondi per istruire l’algoritmo a non mostrarti contenuti di specifici creator o quelli basati su una certa colonna sonora.
  • Segnala i video che sembrano non rispettare i termini di servizio dell’applicazione (violenti, offensivi, truffaldini).

1 Comment

Leave a Reply