Into the Wild

Mercoledi ho assistito all’anteprima di Into the Wild di Sean Penn. E’ la storia vera di Chris McCandless, un adolescente che decide di allontanarsi dalle menzogne della civiltà e ricercare la verità nel cuore della natura.
La pellicola ben costruita, solo leggermente prolissa, cerca di allontanarsi dagli stilemi hollywoodiani per battere le strade del genere on the road/amatoriale. Poche le concessioni al sentimentalismo, più marcate quelle allo spiritualismo panteista.
Grazie al commento musicale di Eddie Vedder anche la rabbia che aveva contraddistinto i precedenti lavori di Penn si stempera, forse troppo.


Into The Wild Trailer from Intothewildmovie on Vimeo.

Merita una citazione l’intenso cameo di un grande vecchio del cinema Hal Holbrook che farà capire al protagonista la sterilità della solitudine (“Happiness only real when shared”)…un concetto, commentavamo con Luca che mi ha invitato, molto adatto agli abitanti della rete.

3 Comments

  • Gennaio 28, 2008

    senzastile

    Il film è molto, molto bello… 🙂 ed è stato un piacere conoscerti, alla prossima 😉

  • Gennaio 31, 2008

    Milano

    Ne ho sentito parlare molto bene. Anche se vedere Sean Penn nelle vesti di regista può far venire qualche dubbio.

    Lo vedrò 🙂

  • Marzo 12, 2008

    zoidberg

    Il film sarebbe anche bello se non fosse per l’insopportabile protagonista dalla citazione facile.

    Perfetto per:
    -maschi 30enni con la crisi di mezz’età precoce
    -femmine 20enni che adoravano scrivere citazioni di jim morrison sulla smemo quando erano 14enni