Facebook Generation (?) – Festival dei Blog di Urbino


Rilassanti ma intense di stimoli e incontri interessanti le giornate trascorse a Urbino durante il Festival dei Blog. Coinvolto nella giuria del premio fotografico “Living in a wireless campus” (foto vincitrici 1a, 2a, 3a + menzione speciale) non avevo preparato nulla per l’Academic BarCamp; poi spinto da Fabio e Giovanni ho riassunto le mie ricerche su Facebook in Italia, provando a stimolare una discussione sul fenomeno basata su dati concreti.

Due le domande fondamentali alle quali spero anche voi proverete a rispondere:
– si può parlare di una generazione Facebook ? Un gruppo di utenti che guida l’adozione dello strumento e che in esso vede un modo semplice per entrare in rete, un giardino con tutti i comfort (e-mail, chat, album, giochi, ecc…) seppur recintato ?
– cosa ha determinato il picco di popolarità registratosi subito dopo le vacanze estive ? Un effetto passaparola offline oppure dei media tradizionali ?

In basso trovate le slide e la registrazione dell’intervento, che merita di essere vista proprio per apprezzare l’interazione con i presenti.

Facebook Generation
View SlideShare presentation or Upload your own. (tags: socianetwork sns)

16 Comments

  • ottobre 13, 2008

    zen

    Lancio una provocazione, boutade ma manco troppo. Penso che il boom sia avvenuto grazie ai conSerVatori, più che ai conVerSatori digitali, ovvero a coloro che sono tornati dagli erasmus con un ampio bagaglio culturale, tra cui proprio un uso e una conoscenza del mezzo più profonda di quella che avrebbero trovato in Italia. Sono (state) quelle avanguardie, offline, ad essere in grado di trascinare, online, i propri compagni rimasti in italia.

    Ciao
    z

    PS ovviiamente i compagni, guardando le foto dei party sui profili, dicono “chi è sta troia?” (cit.) 🙂

  • ottobre 13, 2008

    Federico Bo

    Una presentazione sintetica ma in cui si è individuato un fenomeno davvero singolare (l’esplosione “postvacanze” di Facebook in Italia) utilizzando uno strumento potente ma ai più sconosciuto (Facebook/ads). E meno male che era un intervento preparato al volo!

  • […] socializzazione. Non a caso, proprio lo stato attuale delle reti sociali online è stato uno degli argomenti più dibattuti, vista anche l’ondata di popolarità acquisita da Facebook in Italia in queste ultime […]

  • […] Addirittura il Bel Paese sembra non poter più fare a meno di FB. 3000 persone al Facebook Party di Roma e la rapida crescita degli ultimi mesi fanno addirittura parlare di FaceBook Generation. […]

  • […] domande poste da Vincos mi hanno stimolato a scrivere di nuovo sul blog dopo quasi un mese (… il tuor de force di […]

  • ottobre 14, 2008

    prezzemolo

    “Dunque il milione di utenti italiani viene raggiunto fra agosto e settembre. Poco prima e poco dopo, si attiva una notevole mole di discussioni, post, ecc.. sulla blogsfera e sul web social. Questo comporta rumore, rumore notevole.. e il rumore arriva ai media quelli grossi (detti mainstream) che a magari qualcuno nella blogosfera ogni tanto passa, e a forza di leggere titoli e titoli, un pò di curiosità gli è venuta.
    E così compaiono articoli sul boom di FB, su cos’è, ecc.. insomma i soliti titoloni. E qui un pò per quelli che giornali e compagnia ancora li leggono, un pò perchè il nome Facebook inizia a uscire dalla sola rete.. iniziano a volerne sapere di più. Si avvia il passaparola off line, e Fb entra nelle discussione pseudo quotidiane, anche solo per chiedere al collega se sappia cosa sia, o come funzioni.
    In sintesi, per me, il primo step è stato il milione di utenti -> da lì buzz on-line altissimo -> salto dall’on all’off-line -> e passaparola.

    Somewhat else?”

    Copia e incollato da: http://www.facebook.com/note.php?note_id=35544560769

  • […] ultima segnalazione: l’intervento di Vincenzo Cosenza all’AcaBarCamp. Ovviamente sull’onnipresente fb, con alcuni dati sulla galoppante (e un […]

  • ottobre 15, 2008

    Miraloswallabies

    Friendfeeding… facebook…

    Lately there has been a lot of talking about facebook, also back at the blog festival. Big hype here in Italy, many people joining in and starting networking. Well, many of them are not really networking, but I think that Zuckermans’ "cute cat t…

  • […] ancora stato compreso dagli analisti di media sociali. Durante l’Academic BarCamp di Urbino, Vincenzo Cosenza di Digital Pr ha fatto il punto su alcune ipotesi per capirne il successo tra gli italiani. Per […]

  • […] ancora stato compreso dagli analisti di media sociali. Durante l’Academic BarCamp di Urbino, Vincenzo Cosenza di Digital Pr ha fatto il punto su alcune ipotesi per capirne il successo tra gli italiani. Per […]

  • […] l’AcaBarCamp, mi sono piaciuti molto gli speech di Mazz Hardey (video), Federico Bo (video) e Vincenzo Cosenza […]

  • […] In Italia ormai spopola Facebook che ha superato i 2 milioni di utenti propri ieri e non accenna a fermarsi. Un’analisi del fenomeno qui. […]

  • ottobre 25, 2008

    Davide

    Ciao Vincenzo,
    ho seguito il tuo consiglio ed ho postato le mie idee su una possibile spiegazione sociologica del successo di Facebook 🙂

    http://www.tecnoetica.it/2008/10/25/sociologia-di-facebook-ovvero-perche-facebook-ha-cosi-tanto-successo/

  • dicembre 4, 2008

    stella

    la vita è bella ma bisogna sapere godersela

  • febbraio 4, 2009

    Riccardo Esposito

    Ciao Vincenzo

    Il tuo post è molto interessante, soprattutto per quanto riguarda la domanda del “dopo vacanze”. Persone conosciute con le quali si vuole rimanere in contatto?

    Ti lascio il link di un mio articolo scritto per mediazone relativo a nexus, un’applicazione che mi ha permesso di ipotizzare una “sociologia dei gruppi su facebook!

    http://riccardoesposito.wordpress.com/2008/10/29/sociologia-facebook/

  • marzo 4, 2009

    Vincenzo Piromalli

    Hai un sito che integra Facebook Connect e desideri inserirlo nella nostra *directory? Inviaci una e-mail con il link del tuo sito, provvederemo ad inserirlo nel più breve tempo possibile.

    http://facebookmania.net/siti-facebook-connect/