TikTok nei guai: intervista a Radio Capital

TikTok sta vivendo un periodo molto complicato. Dopo aver sfondato sul mercato cinese ed aver avviato la conquista dell’occidente, si trova tra due fuochi. Da un lato il governo cinese che reclama un diritto di controllo sull’azienda (e sui dati personali degli utenti, a scopo di censura), dall’altro quello americano che accusa l’azienda di essere una quinta colonna di Pechino (prevalentemente per scopi propagandistici). Sullo sfondo le inchieste dei garanti della privacy europei.

radiocapital intervista vincenzo cosenza

E così ByteDance ha deciso di eliminare l’app dagli store di Hong Kong, dopo la nuova legge censoria sulla sicurezza cinese (gli altri colossi della tecnologia ancora stanno valutando cosa fare, hanno solo smesso di collaborare con le autorità in merito alle richieste di rimozione di contenuti).
Contestualmente sta provando ad affrancarsi dall’immagine di brand cinese, aprendo sedi con personalità giuridiche separate in Europa e USA e prevedendo un trattamento dei dati in loco.

Ne ho parlato brevemente a Radio Capital ieri mattina, dal minuto 36. Buon ascolto.

Be first to comment