La mappa dei social network nel mondo – gennaio 2020

La nuova mappa dei social network più popolari per nazione non presenta novità dirompenti rispetto a dodici mesi fa.

Facebook, ha continuato a crescere superando i 2,5 miliardi di utenti mensili, di cui 1,6 connessi almeno una volta al giorno. La regione più importante per la rete sociale di Zuckerberg è l’Asia che ha superato il milione di utenti attivi.
Oggi Facebook è il social network preferito in 151 dei 167 paesi analizzati, pari al 90% del globo terrestre.
Però nell’ultimo anno ha perso due territori difficili, l’Azerbaijan e la Georgia, ceduti a Odnoklassniki, uno dei due social dominanti nei territori dell’ex Unione Sovietica.
OK.ru è riuscito anche a scalzare il competitor VKontakte dal Kyrgyzstan, dalla Moldavia e dal Tajikistan, grazie all’intensa attività di sviluppo. Infatti il social, che fa parte del colosso Mail.ru, nell’ultimo anno ha lanciato parecchie nuove funzioni per le aziende (le pagine aziendali e nuovi formati pubblicitari) e per gli utenti (emoji personalizzate, regali e sticker virtuali, video chiamate).

world map of social networks 2020

Anche nel 2019 è rimasta instabile la situazione in Iran dove, a causa della censura di stato, è riuscito ad emergere, a tratti, solo Instagram.

In Cina la situazione è difficile da decodificare perché se si guarda agli accessi da desktop continua a prevalere l’uso di QZone, il social network parte di QQ, ma se si considerano gli accessi da dispositivi mobili emergono social ibridi come WeChat e TikTok.

L’evoluzione dei social network nel mondo

Quest’anno sono riuscito a creare anche una mappa interattiva che permette di ripercorrere l’evoluzione dei social network dal 2008 al 2020.
In questo modo è possibile notare almeno tre fasi evolutive:

– una prima fase di nascita del fenomeno caratterizzata da un’eccessiva frammentazione delle piattaforme. Quasi ogni nazione esprimeva un proprio social, culturalmente affine alla popolazione. Tra i più popolari si ricorda MySpace in occidente, Orkut in America Latina e India, Friendster nel sud est asiatico;

– la seconda fase è stata contrassegnata dal successo di Facebook e dalla sua rapida espansione a scapito delle piattaforme locali;

– la terza fase segna un consolidamento del mercato che si concentra nell’offerta di pochi player in specifici blocchi geografici: occidente, oriente, territori dell’ex Unione Sovietica.

Per approfondire la situazione vi rimando al mio prossimo articolo sulle app più usate nel mondo. Se non volete rischiare di perdervelo vi consiglio di iscrivervi gratuitamente alla mia newsletter settimanale.

// La pagina con le statistiche di tutti i social media //
// La pagina con la cronistoria della mappa //

1 Comment

Leave a Reply